Mokichi Otsuka
Museo Carlo Zauli 

 

Inaugurazione: 3 luglio 2024, ore 19.00
Presentazione: Gian Ruggero Manzoni
Danza: Moira Cappilli
Voce: Kei Otsuka
Musica: Ettore Marchi

La mostra sarà visitabile il 3 e il 4 luglio 2024

 

Il 3 luglio 2024 alle ore 19.00 al Museo Carlo Zauli verrà presentata un’installazione che testimonia quella vicinanza, per noi storica e identitaria, all’arte ceramica giapponese. Nelle storiche sale dei forni e della foggiatura mostreremo opere inedite di Mokichi Otsuka, maestro che da anni frequenta la nostra città donandoci, oltre al contatto con le sue opere, uno sguardo sul proprio armonioso universo interiore.
Tra noi è nata una bella amicizia, ed anche per questo siamo felici che abbia deciso di dedicarci una preziosa performance. Saranno infatti con noi Moira Cappilli, Kei Otsuka ed Ettore Marchi, introdotti da un intervento critico di Gian Ruggero Manzoni.

 

Mokichi Otsuka (Tokyo, 1956), dopo aver completato i suoi studi (laurea e specializzazione in Pittura), si trasferisce, dal 1994 al 1999, in Italia e approfondisce il suo percorso laureandosi in Arte Ceramica presso l’Istituto Nazionale di Arte e Ceramica, G. Ballardini di Faenza.
Poi torna in Giappone, dove attualmente vive e lavora, anche se, da allora, trova modo di tornare ogni anno a Faenza per qualche mese. Con assiduo e appassionato lavoro diventa uno dei più apprezzati ceramisti a livello mondiale.
Sue opere sono conservate in molteplici collezioni pubbliche: dal Victoria and Albert Museum (U.K.) al MIC, Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, dalla Fondazione  Tito Balestra Museo italiano darte moderna e contemporanea, situato nei locali del Castello Malatestiano di Longiano al The National Museum of Modern Art  di Tokyo. E poi ancora al The Museum of Ceramic Art (Hyogo), al Takasaki Art Center College, al Takamatsu City Museum of Art e molti altri.