iscriviti alla newsletter

MOSTRA DI ENRICO FEDRIGOLI _ “ALBEDO”

“Albedo”
mostra fotografica di Enrico Fedrigoli
a cura di Simone Azzoni

inaugurazione sabato 22 ottobre 2021 ore 18.30
con Enrico Fedrigoli e Simone Azzoni, introduce Matteo Zauli

fino al 13 novembre 2021 

Museo Carlo Zauli all’interno di MEME Festival

Il Museo Carlo Zauli da anni collabora, partecipa e progetta eventi insieme al gruppo MEME – Menoventi, protagonista tra l’altro della III edizione del Ceramic Performance Festival.
Quest’anno questa partnership, oltre al progetto “I calanchi tra storia, arte e natura” di valorizzazione delle argille azzurre, si sostanzia di questa mostra in cui i neri fotografici dell’artista Enrico Fedrigoli dialogano con i bianchi monocromi delle opere di Carlo Zauli.

Il progetto MEME si accende di un rigoglioso desiderio: l’incontro.
Avvicinarsi agli altri presuppone sempre una scelta coraggiosa, e in questo momento rischiamo di ferirci o di fare del male a qualcuno semplicemente respirando. Sfioriamo l’apnea. Non ci avevamo mai fatto così caso, alla rilevanza dell’incontro. A volte un incontro può cambiare una vita, la traccia di un’esistenza può cambiare rotta; il salto di un’amica che instilla la passione per lo sport, un professore che dona luce alle ore di lezione, un’opera che ci parla di quel grumo misterioso che sentivamo dentro e che non sapevamo esprimere. Altre volte l’amara decisione di sciogliere un legame può rinnovare un’esistenza.
È sempre tempo di germogliare. Dopo la quiescenza emergiamo con nuovo spirito per soffiare sul mondo la nostra scoperta.

ALBEDO

L’albedo è una tappa del processo alchemico di trasformazione della materia. Segue la nigredo. Anticipa la rubedo. Il coagula informe si raffina, il caos si fa cosmo e l’ordine separa i pieni dai vuoti distillando forme. Albedo è stazione di transito, passaggio trasformativo di un processo ascensionale. In questa purificazione, aperta alle possibilità insondabili e imprevedibili della chora, abbiamo pensato l’incontro tra lo sviluppo creativo della ceramica e quello della fotografia. Cambi di stato, raffinamenti progressivi, errori che diventano possibilità. Un processo di combustione e svelamento per due linguaggi di mani ed occhi che plasmano la realtà ripercorrendone le tappe della creazione mitica.
Sacchi di argilla, forni e infine la purezza dell’equilibrio tra pieno e vuoto: questo è il cammino alchemico del Museo Carlo Zauli nel quale la fotografia di Enrico Fedrigoli segna con la carta, con il bianco e il nero, con i chimici e il buio fecondo, le stesse identiche tappe. Fotografia e ceramica risalgono assieme il loro cammino: dalla materia reale a quella formale. Nel mezzo il grande vetro di Duchamp, la teca sospesa sono l’albedo di una classicità che si fa canone di una ritrovata bellezza. (Simone Azzoni)


Enrico Fedrigoli è un fotografo professionista. Presiede tutto il processo creativo, dallo scatto alla stampa su carta baritata di altissima qualità. Lavora con un banco ottico Linhof 10×12.
“10 x 12 significa lentezza, riflessione e grande risoluzione dell’immagine, significa architettura di scena, architettura del corpo, pensiero sull’invisibile e sulla dinamica. 10 x 12 significa pesantezza, fatica e l’uso di un dispositivo che funziona scollegato dalla visione ottica diretta ma coinvolge la costruzione mentale e la progettazione”.


SOUND IN SPACE

Ossessioni Festival V edizione – Rassegna inTempo 
in collaborazione con Emilia Romagna Festival

Sound in space

giovedì 9 settembre ore 21.00 Museo Carlo Zauli 

 

Maurizio Barbetti viola elettrica
Francesco Cuoghi chitarra elettrica, elettronica
Preludio poetico con il poeta Michele Donati

Musiche di
BRIAN ENO. Ambient 1: Music for Airports 1/1 versione per viola, chitarra ed elettronica.
RICCARDO SINIGAGLIA. Nove per nove  per chitarra midi, nastro ed elettronica
KARLHEINZ STOCKHAUSEN. Pole für 2 versione per viola, chitarra, onde corte ed elettronica
PAOLO GEMINANI. L’incartocciarsi della foglia per viola
MICHAEL DAUGHERTY. Viola Zombie per viola elettrica e chitarra amplificata

 

Ingresso gratuito con offerta libera volontaria a favore delle attività della Scuola di Musica Sarti.

Prenotazione consigliata con posti preassegnati scrivendo a scuoladimusicasarti@gmail.com
 

Verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.

 

Le passate edizioni del Festival Ossessioni:

2017
– QUALCOSA NON HA FUNZIONATO, anteprima del Festival Ossessioni
– OSSESSIONI Concetti sonori per menti libere. Quattro concerti al Museo Carlo Zauli

2018
– Piano Terra _ MATTEO RAMON AREVALOS, anteprima del Festival Ossessioni
– OSSESSIONI Concetti sonori per menti libere. Quattro concerti al Museo Carlo Zauli

2019
– For Morton: dedicato a Morton Feldman

2020
– Intrecci fra musiche e terra


PADIGLIONE ESTATE 2021

Torna il calendario estivo dedicato ai linguaggi contemporanei e alla contaminazioni di vari pubblici.

Da maggio a settembre Padiglione Estate avrà un’intensa programmazione di eventi e di attività nell’avanguardia culturale e nella sperimentazione: dalle Residenze d’Artista, ai cicli di conferenze, a mostre, a rassegne di musica contemporanea, oltre che a percorsi didattici e workshop.

 

Programma:

15 – 16 maggio
Buongiorno Ceramica!

20 maggio
Arts Therapies Labs Carlo Zauli con Mona Lisa Tina
laboratori

20 maggio
inaugurazione Studio Bartoletti e Cicognani
MCZ BOX

31 maggio
Compleanno MCZ
Visita guidata speciale con Emidio Galassi

10 giugno
Arts Therapies Labs Carlo Zauli con Mona Lisa Tina
laboratori

11 giugno
Corsi di ceramica “EXPERIENCE”
workshop

12 giugno h 17.30
Lab con il tornio “Intorno ad un vaso” a cura di Matteo Zauli e del torniante Oscar Maretti
In collaborazione con Gruppo Disabilità Faenza

19 giugno
Corsi di ceramica “EXPERIENCE”
workshop

22 giugno
Visita guidata speciale con Irene Biolchini

23 giugno
Presentazione del libro di Alberto Cassani “Una giostra di duci e paladini”
MCZ libri

26 giugno h 18.00
LA CERAMICA CONTEMPORANEA: ARTE E ARTIGIANATO
conferenza online
TELL_US progetto ideato da Messy Lab, Collettivo Di Ceramica

dal 29 giugno fino ad agosto
ConCentro al Museo Carlo Zauli

30 giugno – 18 luglio
MCZ Territorio: Victor Fotso Nyie
mostra

13 luglio
Visita guidata speciale con Mirco Denicolò

19 luglio
Cinemadivino al Museo Carlo Zauli
BANKSY – L’ARTE DELLA RIBELLIONE

20 luglio
Presentazione del libro di Monica Zauli “Della stessa Natura. Storie di uomini e piante”
MCZ libri

22 luglio – 31 agosto
CONTACT MMXX
Mostra di Stefano e Patrizio Bartoloni, Gabriele “mrCorto” Resmini & Luca Pi Pellegrino

23 – 26 luglio
workshop NEXT
Patrizio Bartoloni e Gabriele Resmini

27 luglio
evento finale e apertura al pubblico workshop NEXT 

28 luglio
GIULIO CANTORE – “Pane. Di casa e altre avventure”
concerto STRADE BLU

29 luglio
Arts Therapies Labs Carlo Zauli con Mona Lisa Tina
laboratori

25 agosto
Visita guidata speciale con Agnese Bassi

30 e 31 agosto
TEATRO DELLE ALBE / RAVENNA TEATRO / TEATRO DELLE ARIETTE
PANE E PETROLIO

4 – 5 settembre
MADE IN ITALY
Aperture straordinarie ed eventi al Museo Carlo Zauli 

6 settembre
HABITAT “Take your space again”
performance, concerto, installazione. Evento parte di WAM! Festival e del Ceramic Performance Festival IV edizione

9 settembre
Sound in space
Ossessioni Festival V edizione – Rassegna inTempo
in collaborazione con Emilia Romagna Festival

10 settembre – 3 ottobre
DENTRO | FUORI
mostra a cura di Irene Biolchini

14 settembre
Conferenza su Astor Piazzolla e sonorizzazione di Silvio Zalambani
Ossessioni Festival V edizione

15 settembre
“Amor mi tiene in un pericolo…” Il canzoniere di Guillaume d’Amiens
Ossessioni Festival V edizione

18 settembre
JOHN MURRY – The Stars Are Gods Bullet Holes
concerto STRADE BLU

25 – 26 settembre
Ceramica artistica tra tradizione ed innovazione/ focus su forme e decorazione
workshop a cura di Matteo Zauli ed Elvio Sagnella
San Lorenzello (BN)

25 settembre
Gruppo Fotografia Aula 21 al Museo Carlo Zauli 

29 settembre
h 19.00 e h 21.00
Organi di un paesaggio mitico in divenire
h 20.00
Terra Viva 
Ceramic Performance Festival IV edizione

30 settembre
Arts Therapies Labs Carlo Zauli con Mona Lisa Tina
laboratori

 


Gli interventi di Padiglione Estate sono possibili grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna.

In collaborazione con
Comune di Faenza | Regione Emilia Romagna | AiCC Associazione Italiana Città della Ceramica | Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza – Crédit Agricole | Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna | Associazione Amici della Ceramica e del MIC | Podere La Berta


OSSESSIONI FESTIVAL – “AMOR MI TIENE IN UN PERICOLO…” IL CANZONIERE DI GUILLAUME D’AMIENS

OSSESSIONI FESTIVAL – V edizione 

“Amor mi tiene in un pericolo…”
Il canzoniere di Guillaume d’Amiens

Concerto per voce, clavisimbalum e musica elettronica

15 settembre 2021 ore 21.00 
Museo Carlo Zauli 

Arianna Lanci: canto e clavisimbalum
Luigi Pizzaleo: elettronica e trascrizioni
Davide Brullo: testi e voce

 

Amor mi tiene in un pericolo è l’incipit di una canzone del troviero Guillaume d’Amiens “il Pittore”.
A vent’anni dalla loro trascrizione dal manoscritto Reginense Latino 1490 della Biblioteca Vaticana, le melodie e i testi del troviero Guillaume d’Amiens li Paigneur (“il Pittore”, in lingua d’oil) rivivono in una meditazione poetica e musicale in cui i rondeaux e le due chansons del troviero duecentesco si alternano con le musiche elettroniche e originali del compositore Luigi Pizzaleo e la trama poetico-narrativa tessuta intorno ai temi e alle suggestioni dell’antico canzoniere trovierico dallo scrittore Davide Brullo.
La voce e il clavisimbalum di Arianna Lanci illuminano i canti del Pittore come gli approdi di un percorso di danze, amori evanescenti, immaginazione.

La presenza dell’elettronica non vuole qui “attualizzare” una voce antica e diafana come quella di Guillaume (di cui non conosciamo, in fondo, che il nome), quanto piuttosto allontanarla in un passato più mitico che storico, attraverso un gioco di aloni, echi e risonanze.

 

Verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.

Prenotazione necessaria scrivendo a museocarlozauli@gmail.com

 


Le passate edizioni del Festival Ossessioni:

2017
– QUALCOSA NON HA FUNZIONATO, anteprima del Festival Ossessioni
– OSSESSIONI Concetti sonori per menti libere. Quattro concerti al Museo Carlo Zauli

2018
– Piano Terra _ MATTEO RAMON AREVALOS, anteprima del Festival Ossessioni
– OSSESSIONI Concetti sonori per menti libere. Quattro concerti al Museo Carlo Zauli

2019
– For Morton: dedicato a Morton Feldman

2020
– Intrecci fra musiche e terra


MADE IN ITALY

Anche quest’anno il Museo Carlo Zauli è lieto di partecipare a Made in Italy, la mostra-mercato della ceramica italiana, con aperture straordinarie e un ricco programma di eventi.

ORARI DI APERTURA DURANTE MADE IN ITALY:

Sabato 4 settembre: 10.00 – 13.00 / 15.00 – 22.00
Domenica 5 settembre: 10.00 – 13.00 / 15.00 -18.00

EVENTI DURANTE MADE IN ITALY:

VASI SCULTURA
Mostra degli elaborati realizzati dagli studenti del corso IFTS “Tecnico ceramico” nell’ambito del workshop tenuto da Aida Bertozzi al Museo Carlo Zauli, edizioni 2020 e 2021.

CUORILEGIO
Installazione fotografica presso Museo Carlo Zauli e Archigeo.

MUSEI D’ARTISTA TRA LE RIVE DEL LAMONE
Visita guidata itinerante speciale per Made in Italy 2021
Domenica 5 settembre ore 10.30
Partenza della visita presso il Museo Carlo Zauli, via della Croce 6 Faenza.

Gli spostamenti si effettueranno in bicicletta (la direzione fornirà la bicicletta su prenotazione). Max 15 persone.
Prenotazione obbligatoria via mail a museocarlozauli@gmail.com

Museo Carlo Zauli
Museo Leandro Lega
Museo Guerrino Tramonti
Museo della Bottega Gatti
Studio Guido Mariani

In occasione di Made in Italy 2021, domenica 5 settembre verrà realizzata una inedita visita guidata itinerante lungo un percorso che, in soli 800 metri, nei pressi delle due sponde del fiume Lamone, racchiude la presenza di cinque luoghi privati dedicati ad altrettanti artisti molto importanti nella storia della ceramica del Novecento.
4 musei ed uno studio, che forse lo diventerà, che hanno sede negli originali luoghi di lavoro che raccontano parte della vita e delle opere di artisti che hanno innovato profondamente la ceramica a loro contemporanea.
Coordinerà la visita, che prevede gli spostamenti in bicicletta, Matteo Zauli che dialogherà di volta in volta con i responsabili di questi unici centri culturali.

INSTALLAZIONE DI mCLp STUDIO E PATRIZIO BARTOLONI
& MOSTRA ESITI DEL WORKSHOP NEXT
Al Museo Carlo Zauli sarà visibile l’installazione speciale di mCLp studio (Gabriele “mrCorto” Resmini e Luca “Pi” Pellegrino) e Patrizio Bartoloni e la mostra degli esiti del workshop NEXT.
Al Salone delle Bandiere, Palazzo Municipale sarà visibile una parte della mostra CONTACT MMXX.
Orari Salone delle Bandiere, Palazzo Municipale:
sabato 4 settembre: 10.00 – 13.00 
domenica 5 settembre: 10.00 – 13.00

 


Per informazioni: museocarlozauli@gmail.com

Per tutti gli eventi verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.


JOHN MURRY – CONCERTO STRADE BLU

JOHN MURRY
The Stars Are Gods Bullet Holes

Sabato 18 settembre ore 21.00 Museo Carlo Zauli
ingresso gratuito

Concerto STRADE BLU

 

 

L’ultimo grande outsider della musica americana, con un disco meraviglioso appena uscito e un nove su Uncut. Con una voce e delle storie da ricordare, a lungo.

Prenota il tuo posto a questo link.

Verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.


GRUPPO FOTOGRAFIA AULA 21 AL MUSEO CARLO ZAULI

Il Museo Carlo Zauli è lieto di ospitare il Gruppo Fotografia Aula 21 per inaugurare l’Anno Fotografico 2021 – 2022, un momento per brindare tutti assieme.

Il programma della serata prevede:

  • h 18.00 Open Night di AU2A 1NSEGNA, presentazione dei corsi e iscrizioni.
  • h 19.00 presentazione DRESSAGAINxSIMUL, magazine creato in fotografia analogica con i vestiti del negozio etico.

Verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.


HABITAT “TAKE YOUR SPACE AGAIN”

HABITAT “Take your space again”
performance, concerto, installazione

lunedì 6 settembre 2021 ore 18.00 presso Museo Carlo Zauli 

elementi installativi Clarulecis, Chiara Lecca
coreografia Alimah Grasso, Chiara Lecca
danza Alimah Grasso
concerto Horseloverfat

Un progetto del Collettivo CLARULECIS

L’evento è parte di WAM! Festival e del Ceramic Performance Festival IV edizione

L’evento è all’interno di WAM! – Festival di Danza Teatro e Performance ed  anteprima del Ceramic Performance Festival IV edizione, manifestazione che vuole indagare il materiale ceramico in tutte le proprie potenzialità.

Il progetto HABITAT prevede uno SKETCH inteso come un breve momento di stacco mentale empirico ed istintivo, non definitivo ma fluido durante il quale la performer Alimah Grasso mette in scena una sequenza di movimenti provenienti dal mondo naturale ed animale alternati ad altri più strutturati e provenienti da un contesto antropico.
Il movimento diviene così il contenitore delle impronte raccolte nell’habitat naturale in cui il Collettivo Clarulecis opera.
Questo sketch è accompagnato da un sound della band Horseloverfat che rievoca il suono dell’acqua sempre uguale ma mai ripetitivo, un ritmo dispari che scorre incessante come i cicli naturali.
Gli elementi installativi coinvolti nella performance, composta da diversi elementi in grès, tessuto, legno e metallo, sono a cura di Chiara Lecca. Essa rievoca l’ambiente boschivo: gli elementi in tessuto e pelli come le ‘PRIMITIVE T-SHIRTS’, i ‘PRIMITIVE DRAPES’ e i ‘PRIMITIVE RUGS’ sono affiancati da figure femminili che sorreggono elementi ceramici.
Il progetto Clarulecis nasce nell’idea di prendersi CURA dell’habitat comune a tutti gli esseri viventi che lo abitano.

SPETTACOLO A PAGAMENTO ACCESSIBILE A UN NUMERO LIMITATO DI SPETTATORI.

PER ACQUISTARE IL BIGLIETTO clicca qui e accedi alla piattaforma Eventbrite.

PER INFO scrivere a prenotazioniwamfestival@gmail.com wamfestival.com

Verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.


Chiara Lecca, è fondatrice del Collettivo Clarulecis nonché artista visiva che verte la sua ricerca sul rapporto tra l’umano, le sue origini e il suo habitat. Cresciuta nell’azienda agricola di famiglia che si occupa da più generazioni della caseificazione del latte, tutt’ora vi abita e la considera la sua roccaforte nella natura. Il suo lavoro è presente in diversi musei italiani ed europei e in numerose collezioni di arte e design.

Alimah Grasso. Nasce nel 1994 a Treviglio (BG).
Dal 2006 al 2018 studia Danza Classica, Contemporanea e Hip-Hop presso ‘Dance Studio’ di Luna Ronchi, Faenza (RA) e dal 2018 collabora con la KC Hip-hop School di Kris & Carlos a Bologna.
Ballerina professionista, performer e modella, ha lavorato con diversi coreografi e ballerini del repertorio italiano ed internazionale come Micha van Hoecke, Michele Merola, Cristiano Buzzi, Carlos Kamizele.

Horseloverfat. Si formano nel 2017 in Emilia Romagna, i componenti del gruppo provengono da esperienze eterogenee e collaborazioni con artisti italiani e internazionali quali Vinicio Capossela, Mirco Mariani, Paolo Fresu, Jimmy Villotti, Paolo Simoni, Fabrizio Bosso, Massimo Simonini, Mitchell Froom, Marc Ribot, Howe Gelb, Stevie Wynn, Bruno Perrault.
L’organico Horseloverfat nasce da un’ispirazione comune e condivisa dei membri della band nel cercare ambienti e temi che pescano nel subconscio e nei ricordi sonori generando così un collage musicale apolide contaminato e frammentario. Scrittura e composizioni, che gravitano tra rock psichedelia kraut e dream pop new wave punk, scaturiscono dall’inesauribile e prolifica creatività del chitarrista polistrumentista e cantante Hans Sachs per poi mescolarsi alle intuizioni musicali, idee melodiche, adagi ritmici e misticismi della banda Horseloverfat.


CONFERENZA SU ASTOR PIAZZOLLA E SONORIZZAZIONE DI SILVIO ZALAMBANI – OSSESSIONI FESTIVAL

OSSESSIONI FESTIVAL
V edizione

Conferenza su Astor Piazzolla
e sonorizzazione di Silvio Zalambani
Museo Carlo Zauli
martedì 14 settembre 2021
ore 21.00 – 22.00 > conferenza
ore 22.00 – 23.00 > visita guidata del museo

 

Il sassofonista, compositore ed arrangiatore italiano Silvio Zalambani è diplomato in sassofono, clarinetto e musica jazz ed è attualmente artista “endorser” D’Addario e Yanagisawa.

Oltre alla musica jazz e classica, si interessa da diversi anni allo studio della musica latino americana, in particolare al tango, alla cultura afrocubana e brasiliana.

Nel 1997 ha dato vita al trio Tango Tres, nel 2000 al progetto Grupo Candombe, nel 2011 al duo col pianista Federico Lechner e nel 2015 al quintetto di sassofoni Amerindia Ensemble.

 
Ingresso gratuito con offerta libera volontaria.
Verrà richiesto il Green Pass ai sensi della normativa vigente.
 
 
 
Prenotazione consigliata scrivendo a museocarlozauli@gmail.com
 
 
 
 
 

 
 
Le passate edizioni del Festival Ossessioni:

2017
– QUALCOSA NON HA FUNZIONATO, anteprima del Festival Ossessioni
– OSSESSIONI Concetti sonori per menti libere. Quattro concerti al Museo Carlo Zauli

2018
– Piano Terra _ MATTEO RAMON AREVALOS, anteprima del Festival Ossessioni
– OSSESSIONI Concetti sonori per menti libere. Quattro concerti al Museo Carlo Zauli

2019
– For Morton: dedicato a Morton Feldman

2020
– Intrecci fra musiche e terra


TEATRO DELLE ALBE – PANE E PETROLIO

TEATRO DELLE ALBE / RAVENNA TEATRO / TEATRO DELLE ARIETTE

PANE E PETROLIO

 

lunedì 30 agosto ore 21.15
martedì 31 agosto ore 21.15
Museo Carlo Zauli

 

di Paola Berselli, Luigi Dadina e Stefano Pasquini

con Paola Berselli, Luigi Dadina, Maurizio Ferraresi e Stefano Pasquini

regia di Stefano Pasquini

Il progetto nasce dal desiderio di un incontro umano e artistico, un incontro preparato nel tempo, quasi senza volerlo, perché i percorsi di ricerca teatrale delle due compagnie sono stati, già da molti anni, percorsi paralleli, che si osservavano, si chiamavano, dialogavano e avevano bisogno prima o poi di convergere.

“Grazie a questi sentieri abbiamo ritrovato le nostre radici, le umili origini di figli di quel mondo contadino e operaio, incarnato nei simboli della falce e del martello. Un mondo oggi apparentemente scomparso. La società contemporanea, che viaggia a velocità supersonica, ne conserva incrostate le tracce nelle Periferie e nelle Province. Lì abita il nostro popolo e stanno i nostri spettatori ideali, lì vivono i ragazzi e i cittadini che frequentano i nostri laboratori, che fanno teatro con noi, da Lido Adriano a Valsamoggia, da Diol Kadd a Calais. Siamo cresciuti mentre si sbriciolava tutto. Pasolini lo racconta con dolore e lucidità. Siamo venuti al mondo generati dalle viscere di una civiltà morta (o morente). Di quella civiltà continuiamo a portare i segni, negli occhi, nella voce, nel corpo, nelle mani e soprattutto nella testa, dentro. È così chiaro!
Quando facciamo teatro siamo artigiani, contadini, operai. Portiamo in scena noi stessi, con le nostre storie, le nostre esperienze di vita. E la scena è uno spazio intimo e condiviso con gli spettatori. È un grande tavolo attorno al quale ci muoviamo per preparare il cibo che poi mangeremo insieme, i tortelli, il pane… Attorno a quel tavolo si compie il rito laico e quotidiano del nutrimento. E i gesti, gli sguardi, i suoni e i silenzi si intrecciano alle parole, le nostre parole di vita, quelle che raccontano i fatti esclusi dai libri di storia”.

Informazioni:

Lo spettacolo andrà in scena al Museo Carlo Zauli (Via della Croce 6, Faenza).

Biglietti:
12 euro (posto unico); gratuità per ragazzi under 14.

Prevendite:
da sabato 12 giugno a venerdì 2 luglio 2021 e dal giorno antecedente la data di rappresentazione dalle ore 10 alle ore 13 presso la Biglietteria del Teatro Masini.

Nella sera di spettacolo la biglietteria al Museo Carlo Zauli apre un’ora prima dell’inizio della rappresentazione.

Prenotazioni telefoniche (0546 21306):
da lunedì 14 giugno dalle ore 11 alle 13 (dal lunedì al venerdì).

Vendita on-line: Vivaticket da domenica 13 giugno 2021.

In caso di maltempo lo spettacolo si effettuerà al Teatro Masini.

I posti sono numerati.
Tutti gli spettacoli andranno in scena nel rispetto dei protocolli di Legge per la sicurezza (del pubblico, degli Artisti, del personale addetto) che sono o saranno previsti.
Triage e apertura biglietteria dalle ore 20.15.

www.accademiaperduta.it


Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from - Youtube
Vimeo
Consent to display content from - Vimeo
Google Maps
Consent to display content from - Google
iscriviti alla newsletter