iscriviti alla newsletter

FREITAG 

LA SALA DEL DESIGN DEL MUSEO  OSPITA IL NUOVO POP UP STORE DI FREITAG

Dopo un anno di pausa è tornato il consueto appuntamento invernale con il temporary store al Museo Carlo Zauli, felice occasione in cui cultura e azienda lavorano insieme per conciliare scopi diversi in un unico obiettivo finale: sostenere un’istituzione che si occupa di arte.

Torna al museo l’azienda di design che per prima ha creduto nell’incontro fra shopping e realtà museale: Freitag, in collaborazione con Osteria della Sghisa. Proprio con il brand svizzero il Museo Zauli avviò nel 2012 una nuova forma di fundraising, costruito sull’attuale interesse sempre crescente di un certo settore del design e del fashion verso il mondo dell’arte contemporanea, che ha portato aziende dal mercato internazionale a cercare una vetrina all’interno di uno spazio localizzato in provincia, ma dall’ampio respiro professionale.

Come ogni attività del Museo Zauli, anche questa è frutto di un attento allestimento, che vede protagonista la sala del design, per l’occasione rinnovata negli arredi e nelle illuminazioni. Le piastrelle, disegnate da Zauli quando era art director de La Faenza, dialogano nelle forme e nei colori con gli accessori in plastica riciclata, mentre le mascherine in metallo, originariamente utilizzate per la realizzazione delle decorazioni, diventano protagoniste all’interno di light box che caratterizzano il banco di vendita.

Con questo nuovo store Freitag porta a Faenza oltre 400 borse, nella modalità Pop Up Store, che continua ad utilizzare con successo da anni in importanti negozi e luoghi prestigiosi di tutto il globo. Unico museo in Italia, ma in buona compagnia con altre istituzioni museali nel resto del mondo, MCZ continua a diffondere la storia di Carlo Zauli e la tradizione ceramica seguendo vie inedite ma sempre legate allo spirito di sperimentazione, contemporaneità e creatività con cui l’artista lo aveva fondato.

Il negozio, che ha inaugurato il 22 ottobre, resterà aperto fino a metà gennaio con alcuni appuntamenti in programma: il 10 dicembre lo store ospiterà MAKE A F-AKE Make your own Freitag Pouch, l’imperdibile appuntamento per gli appassionati durante il quale elaborare e creare un proprio accessorio FREITAG personalizzato. Tutti avranno la possibilità di creare gratuitamente con le loro mani un piccolo accessorio Freitag, tagliando il telone con un cutter e guanti, creando un foro e applicandovi un bottone.

Freitag inoltre sarà partner di Museomix, la maratona creativa che dall’11 al 13 novembre animerà gli spazi museali con partecipanti da tutta Italia, che potranno visitare lo store durante un’apertura speciale e vedere in che modo i teloni Freitag, messi a disposizione per l’evento, verranno utilizzati per la produzione di prototipi museali.
Orari Pop Up Store:
dal 22 ottobre 2016 al 14 gennaio 2017
Tutti i giorni tranne domenica
 16.00 / 20.00
Sabato 
10.00 – 13.00 / 16.00 – 20.00

Aperture speciali
13 novembre dalle 16 alle 20
8/11/18 dicembre dalle 16 alle 20

Make A F-Ake
10 dicembre dalle 16 alle 20
L’appuntamento Freitag per creare il proprio accessorio FREITAG personalizzato. Non occorre prenotazione.

in collaborazione con Osteria della Sghisa

per info:
freitagfaenza@gmail.com
facebook.com/FreitagFaenza
392 0319674


MCZ TEMPORARY STORE 2014

dal 6 al 24 dicembre

presentazione delle collezioni
sabato 6 dicembre h 18

Il temporary store del Museo Carlo Zauli quest’anno vuole raccontare delle storie.
Seguire il filo di relazioni e collaborazioni con realtà lontane e vicinissime, tutte testimonianze di come creatività, contemporaneità e sperimentazione possano intraprendere vie diverse e incontrarsi in un unico luogo.

 

Le suggestive atmosfere del laboratorio dove Carlo Zauli plasmava la sua materia per le opere di grandi dimensioni tornano a essere, dal 6 al 24 dicembre, lo scenario di una speciale selezione di abiti, borse e accessori, oggetti in ceramica o realizzati in 3D, e non solo.

Per il terzo anno consecutivo il museo porta avanti il progetto temporary store quale attività a sostegno della propria mission culturale. Dopo Freitag e Marsèll con i loro store monomarca, per la prima volta MCZ presenta una molteplicità di protagonisti, aprendo così diverse possibilità di contatto con l’attualità contemporanea.

 

Dal felice incontro con la giornalista e curatrice Federica Tattoli nasce la presenza di due brand innovativi e già di culto per la loro ricerca sulla forma, entrambi con sede a Milano, Marios e Simone Rainer, che si uniscono al ritorno di Marsèll, con una speciale anteprima della collezione P/E 2015, frutto della collaborazione artistica con il duo KINGS.

Completa la selezione manoplà, accessorio fra arte e moda ideato per contemporary locus da Diego Perrone – artista che così ritorna al museo dopo la residenza del 2011 – in collaborazione con un’azienda leader del made in Italy, La Rocca srl.

 

Naturale conseguenza delle sperimentazioni museali in 3D, è la presenza di alcune produzioni di artigianato digitale realizzate dai makers di FabLab Faenza, ospiti del museo da qualche mese. E dalla stessa esperienza nasce il progetto di Dora Bartolomei, artista ravennate che ha frequentato al museo il corso  Artigiani Digitali, che riproduce su t-shirt disegni di piastrelle ideati da Carlo Zauli.

Fra le proposte si inserisce naturalmente la ceramica, sia con alcuni piccoli vasi realizzati in edizione limitata dai ceramisti del museo, sia con un sorprendente portacandele disegnato da Eszter Imre, designer che ha collaborato alla residenza con Patrick Tuttofuoco e Natascia Fenoglio.

E infine lo store invita a regalare, al posto di un oggetto, un’esperienza. Quella di poter organizzare al museo, guidati dallo staff, un evento privato nel 2015, ad una tariffa molto speciale solo per il periodo di Natale.

L’allestimento dello spazio è curato da MCZ, lasciando il più possibile inalterata l’atmosfera del laboratorio ceramico, ma questa volta con la collaborazione di Kono Arredi Faenza.

Lo shopping al museo, anche quest’anno, è pensato per chi è curioso delle tendenze contemporanee, unite alla tradizione ceramica e alle eccellenze artigianali italiane, regalando anche l’impagabile soddisfazione di aver contribuito a mantenere in vita uno dei luoghi catalizzatori della vivacità culturale italiana.

Puoi curiosare nello store dalla board di Pinterest o nella gallery di Flickr.

MCZ temporary store 2014
dal 6 al 24 dicembre

da lun a dom h 16-20
sab h 10-13 / 16-20
e su appuntamento

lunedì 15 dicembre chiuso
mercoledì 17 e venerdì 19 dicembre apertura h 16-18

 

nelle foto:
lo store / ph MCZ
foulard e borsa Marsèll / ph MCZ
gilet e borsa Marios / ph MCZ
Simone Rainer / borsa
Diego Perrone e manoplà / ph Claudia Pippo

 


MARSÈLL FOR MCZ: RIAPRE IL TEMPORARY STORE

Prosegue la collaborazione tra Marsèll e il Museo Zauli: riapre domani, 17 gennaio, il temporary store di scarpe e borse allestito nel laboratorio degli altorilievi  con un nuovo assortimento e nuovi orari di apertura.

Marsèll for MCZ è aperto venerdì, sabato e domenica, mattina e pomeriggio, e su appuntamento negli altri giorni.

Su pinterest è pubblicato tutto l’assortimento disponibile in negozio.

Marsèll for MCZ
presso Museo Carlo Zauli fino al 9 febbraio 2014
Via Croce 6 – Faenza (Ra)

Orari:
venerdì, sabato e domenica
dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00

per fissare una appuntamento in altri orari e giorni e per informazioni:
linda 340 4137725
cristina 339 1544010

 

 


MARSÈLL FOR MCZ

Marsèll for MCZ

December Store

7 dicembre 2013 | 3 gennaio 2014

Museo Carlo Zauli, Faenza

inaugurazione su invito 6 dicembre 2013, h 19
Memory Of Mine Memory To Be, performance di Oh Petroleum

Marsèll, con una selezione speciale di calzature e borse per uomo e donna, entra per un mese al Museo Carlo Zauli di Faenza: dal 7 dicembre 2013 al 3 gennaio 2014 la sala degli altorilievi del Museo si trasforma in un’esclusiva boutique Marsèll, presentando una selezione pensata per essere venduta a un prezzo speciale, a sostegno delle attività del Museo.

Le suggestive atmosfere del laboratorio dove l’artista Carlo Zauli plasmava la sua materia per le opere di grandi dimensioni – poi esposte in sedi prestigiose in tutto il mondo, a cominciare nel 1958 con la Reggia di Baghdad – saranno lo scenario delle inconfondibili creazioni di Marsèll.

Materia, forma, eccellenza, contaminazione tra arte e moda. Il progetto preannuncia un laboratorio creativo tra due identità uniche che mettono in relazione i loro differenti linguaggi: un brand del made in Italy contemporaneo, da sempre particolarmente attento alla cultura come fonte di continua ricerca – anche grazie al suo spazio a Milano, Marsèlleria permanent exhibition – e una delle esperienze museali più interessanti in Italia, nata nel laboratorio dello scultore Carlo Zauli a Faenza per ospitarne le opere ma anche aprirsi alla creazione artistica contemporanea, grazie al suo programma di residenze e collaborazioni internazionali.

Il Museo ha fin dall’apertura portato avanti progetti di collaborazione attiva con le imprese e le istituzioni, in una percorso di fundraising innovativo in cui si inserisce a pieno titolo la formula attualissima del temporary store, già sperimentata con successo nel 2012 con Freitag.

 

In occasione dell’inaugurazione del progetto, venerdì 6, dalle 19, la visita in anteprima dello store sarà accompagnata da una performance di Oh Petroleum, nome d’arte di Maurizio Vierucci, musicista indipendente che, per l’occasione, presenterà i brani del suo ultimo progetto discografico, Memory Of Mine Memory To Be, album in imminente uscita prodotto da Marsèll music, ulteriore declinazione dell’impegno culturale di Marsèll nell’esplorazione dei linguaggi contemporanei.

L’aperitivo sarà curato da Lorenzo Rondinelli, grande narratore di vini, vignaioli e territori che proporrà una selezione di vini naturali con l’aiuto di Marco Bonfanti che curerà una particolare se- lezione di formaggi, salumi ed altro.
Si ringrazia Postrivoro per la collaborazione.

Un’omogenea unione di forma, colore e materiali caratterizza l’approccio di Marsèll alla creazione di calzature. Forme classiche e solide subiscono un processo di sot- tile distorsione: un dettaglio viene esasperato ottenendo una prominenza visiva o, al contrario, viene totalmente eliminato […], i tacchi assumono una forma scultorea […]. Mantenendo comunque lo status di oggetti d’utilizzo le scarpe, così come le borse, raggiungono un altro livello di significato in seguito a un arrangiamento di equilibri tra le varie componenti.L’effetto è pacato; o, se preferite, volontariamente nascosto. Marsèll unisce un moderno classicismo con una prospettiva particolare e un sentimento organico. Marsèll viene creato nel 2001. La produzione è interamente Made in Italy e in pro- prio. La qualità dei materiali, l’artigianalità e il lavoro manuale, sono essenziali. Lo showroom di Milano è stato aperto nel 2006. Tre anni dopo, lo spazio ha generato un’ulteriore prospettiva nella forma della Marsèlleria, un cubo multidisciplinare che ospita periodicamente esibizioni nate da una genuina ricerca di creatività e di inalterate forme di espressione. Nel frattempo sono stati aperti anche gli showroom di Parigi e New York. Marsèll esprime un approccio solido e tattile al design. Colori smorzati, finiture meticolose, un tocco di inaspettato che da una svolta visionaria all’utilitarismo. La forma, dopo di che, segue la funzione, ma non necessariamente.
[estratto da una conversazione con il signor Angelo Flaccavento]

 

Marsèll for MCZ
December Store

7 dicembre 2013 | 3 gennaio 2014

Museo Carlo Zauli
Via Croce 6, Faenza

mar – ven 16 < 20
sab 10 < 13 – 16 < 20

e con queste aperture speciali:
domenica 15, 22 e 29 dicembre 16 < 20
lunedì 23 e marted’ 24 dicembre 10 < 13 – 16 < 20
lunedì 30 e martedì 31 dicembre 16 < 20

info
+ 39 340 4137725
www.marsell.it
museozauli.it

ufficio stampa
press@marsell.it
maddalena.bonicelli@gmail.com
+ 39 335 6857707

Museo Carlo Zauli
cristina.casadei@gmail.com
+ 39 339 1544010


ANCORA INSIEME PER UN MESE! FREITAG AL MCZ FINO AL 16 FEBBRAIO

Aperto il 6 ottobre insieme a Osteria della Sghisa, dealer di Freitag dal 2004, il temporary store è stato, oltre che una nuova e bellissima esperienza per i nostri spazi museali, un incredibile successo.

E così Freitag ha deciso di posticipare il giorno di chiusura al 16 febbraio.

Borse e accessori dei due fratelli svizzeri che hanno contagiato il globo con la loro visione del riciclo e il loro stile, in un vastissimo assortimento, come trovate solo nelle grandi metropoli, incredibilmente a Faenza ancora e solo per un mese ancora.

Vi aspettiamo in negozio dal mercoledì al sabato. 
E il 16 febbraio non mancate per festeggiare con noi!

orari negozio:
da mercoledì a sabato 16.00 – 20.00
domenica / lunedì / martedì chiuso
aperto fino al 16 febbraio 2013

info 0546 668354 / 335 6849998

… leggi altre notizie sul negozio

… guarda le immagini dell’inaugurazione 


OLTRE 400 VISITATORI IN DUE GIORNI……

Oltre 400 persone al Museo Carlo Zauli nel finesettimana appena concluso, all’interno della programmazione della Settimana del Contemporaneo. 

 

 



Si conclude oggi 8 ottobre alla stazione ferroviaria la programmazione della settimana del contemporaneo di Faenza all’interno di Kart-arte in connessione, quale ampliamento della giornata nazionale del contemporaneo di Amaci attraverso il coinvolgimento di molte delle realtà del territorio attive su questo tema.

 
Il Museo Carlo Zauli è lieto di ringraziare il Comune di Faenza e il Museo Internazionale delle Ceramiche, con cui ha promosso la settimana, e tutti i partner che lo sostengono nelle attività 2012 ovvero Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, Banca di Romagna, La Faenza, Regione Emilia Romagna, Autorità Portuale, Coop Adriatica e Ass. Amici della Ceramica e del Mic.
 
Un ringraziamento particolare va poi alle oltre 400 persone che nelle serate di venerdì e sabato sono passate negli spazi del Museo Carlo Zauli per visitare le mostre finali del progetto Residenza d’Artista e presenziare all’apertura del Freitag Temporary Store dimostrando quanto può essere versatile ma ugualmente apprezzata la nostra programmazione culturale.
 

 

 
Venerdì 5 ottobre è stata una splendida occasione per accompagnare una moltitudine di persone, tantissime arrivate dal contesto italiano ed anche internazionale dell’arte contemporanea, oltre agli affezionati faentini che ci seguono con passione, che, in una insolita carovana per le vie del centro storico, ha seguito Matteo Zauli alla scoperta di cinque spazi segreti e di altrettanti artisti: il Museo Bendandi per Giovanni Giaretta, la Chiesa dei Servi per Davide Valenti, il Gabinetto di Astronomia all’interno di Palazzo Laderchi per Frosi e Perrone, il retropalco del cinema Sarti per Salvatore Arancio, e la sala degli altorilievi del Museo Zauli per Daniel Silver. La mostra resterà visibile negli spazi segnalati, solo su appuntamento e in visita guidata, fino al 5 novembre.
 
Sabato 6 ottobre è stato inaugurato il Freitag Temporary Store all’interno del Museo Zauli dove, fino al 13 gennaio 2013, sono esposti oltre 300 borse e 100 accessori dell’azienda svizzera che realizza i celebri oggetti riciclando teloni di camion. Tantissimi i visitatori, confermando che la via di aprire i musei anche per attività non direttamente connesse a quelle  artistiche è una validissima alternativa anche sul nostro territorio. Ricordiamo infatti che ci sono altri due musei al mondo che in questo momento espongono i prodotti Freitag: il Centre Pompidou di Parigi e il Moca di Los Angeles.
 

 

 
Tutti i dettagli sulla mostra Residenza d’Artista qui:
http://museocarlozauli.blogspot.it/2012/08/save-date-5-ottobre-2012.html
 
Tutti i dettagli sul Freitag Temporary Store qui:
http://museocarlozauli.blogspot.it/2012/09/freitag-temporary-store-faenza.html
 

FREITAG TEMPORARY STORE A FAENZA

FREITAG TEMPORARY STORE FAENZA
museo carlo zauli . via croce 6 . faenza

 

inaugurazione 6 ottobre ore 18.00

orari negozio:
da martedì a venerdì 16.00 – 20.00
sabato 10.00 – 13.00 / 16.00 – 21.00
domenica / lunedì chiuso
aperto fino al 12 gennaio 2013
apertura speciale last minute natale!
domenica 23: 10.00 – 13.00 / 16.00 – 20.00
lunedì 24: 16.00 – 20.00

info 0546 668354 / 335 6849998

Freitag, l’azienda svizzera produttrice di borse e accessori realizzati da teloni di camion sceglie Faenza e il Museo Carlo Zauli per un nuovo temporary shop.
Dopo collaborazioni con spazi prestigiosi come il concept store 10 Corso Como a Milano, Freitag accetta la proposta di approdare in un piccolo museo di una piccola città di provincia. 

Siamo orgogliosi di interpretare questa novità come segno tangibile di un percorso che il Museo Zauli, e la sua città, stanno facendo nel campo della creatività e dei linguaggi contemporanei. Un segno non casuale, ma che trova radici nel legame che lo stesso Zauli ebbe con l’ambiente culturale svizzero e con Zurigo in particolare, dove l’artista fu invitato negli anni settanta ad una mostra personale e che custodisce un’importante opera scultorea tra le collezioni permanenti del museo Bellerive.

E’ quindi proprio in occasione della giornata nazionale di Amaci e nella settimana del contemporaneo all’interno di Kart che il Museo Carlo Zauli, insieme ad Osteria della Sghisa, rivenditore autorizzato Freitag dal 2004, sono lieti di annunciare una nuova collaborazione con l’azienda produttrice di borse reciclate.
Freitag infatti, è già stata protagonista negli spazi del museo nel 2005 del primo F-cut, workshop sulla realizzazione di borse, al mondo.  

Freitag non è nuova alle collaborazioni con i musei: rivenditori ufficiali sono infatti le boutique all’interno del MoCa di Los Angeles e del Centre Pompidou di Parigi, e ha inoltre realizzato edizioni limitate per prestigiosi luoghi d’arte, tra cui Palazzo Grassi e la Tate Modern. Questa estate è stata dedicata a Freitag una mostra presso il Museum fuer Gestaltung a Zurigo. 
 

Il 6 ottobre alle ore 18,00 inaugurerà il temporary shop all’interno dell’attuale sala dei vasi sconvolti, dove saranno in vendita oltre 300 borse e più di 100 accessori oltre all’angolo dedicato alle borse Reference.

L’inaugurazione sarà accompagnata da aperitivo e dj set a cura di Osteria della Sghisa.

Daniel e Markus Freitag

Nel 1993 i due designer grafici Markus e Daniel Freitag erano alla ricerca di una borsa messenger. I veri zurighesi infatti si spostano in bici e spesso si bagnano sotto la pioggia. I fratelli FREITAG volevano una borsa funzionale, impermeabile e resistente che potesse contenere i loro progetti. Ispirati dal traffico dei coloratissimi mezzi pesanti, che passavano davanti al loro appartamento sull’asse di transito di Zurigo, cucirono una borsa postina usando vecchi teloni di camion. Realizzarono la tracolla con cinture d’auto usate e la bordatura con una vecchia camera d’aria di bicicletta.

Da un proprio bisogno è nata involontariamente un’azienda che oggi conta più di 130 collaboratori. Oltre alla borsa messenger originale, i fratelli FREITAG hanno sviluppato e lanciato sul mercato delle borse diverse per uomo e donna.

FREITAG fabbrica due linee di borse: FUNDAMENTALS con 40 modelli che vengono continuamente sviluppata ed estesa, e dal settembre 2010, la nuova linea FREITAG REFERENCE che sarà lanciato in collezioni stagionali.

A tutt’oggi i prodotti FREITAG sono venduti in tutto il mondo in oltre 400 shop, nel nostro online store e nei nostri stores di Berlino, Davos, Amburgo, Colonia, Vienna, New York, Tokyo e Zurigo. Continuano però a essere realizzati in Svizzera. 

La FREITAG FACTORY si trova nel cuore di Zurigo dove lavora un equipaggio di più di 130 collaboratori su una superficie di 7.500 m2 distribuiti nei settori della produzione, della logistica e dell’amministrazione all’interno e nelle vicinanze del magazzino. FREITAG è una delle ultime aziende che ancora produce nel centro della città.

L’Osteria della Sghisa esce nell’ottobre 2002 dalla testa di Valter Dal Pane (fanatico del territorio, public relator, beone, ideatore di Io Bevo Romagnolo) e GianMaria Manuzzi (marinaio, gladiatore, centauro) con l’intuizione di portare in città un locale nuovo, fresco e fuori dagli schemi classici della ristorazione. 
Nel percorso nascono attività tuttora vive che coniugano la fantasia con il cibo e l’intrattenimento, dove le parole chiave sono Qualità, Energia ed Atmosfera, basate sulla valorizzazione dei prodotti gastronomici locali con massima attenzione ai bravi produttori di vino e birra e la costanza della pasta fatta ancora tutti i giorni al mattarello. 

Dal 2004 diventano il primo dealer autorizzato in Emilia Romagna dell’azienda svizzera FREITAG che idea e vende borse riciclate da teloni di camion e che sta contagiando con il suo style tutto il globo.

www.freitag.ch
www.osteriadellasghisa.com
http://museocarlozauli.blogspot.it/2012/09/faenza-settimana-del-contemporaneo.html

MCZ POP-UP STORE!

8 | 15 | 16 | 17 | 18 dicembre
 
Compare nella sala dei forni il primo MCZ pop-up store!
 
Solo per 5 giorni la sala dei forni del Museo Carlo Zauli diventa un punto vendita della creatività faentina, si comincia l’otto dicembre.
 
8.12.2010 dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 16 alle 18,30:
+ ingresso libero alle collezioni del museo
+ edizioni – libri – cd MCZ a prezzi speciali
+ Resign corner
+ Fabric Division christmas edition
 
8.12.2010 dalle 17,00 alle 18,30:
+ temporary bar a cura di Osteria della Sghisa e Federica Cecchini … il cibo genuino incontra il food design per una merenda e un aperitivo alternativi.
 
Nelle giornate dal 15 al 18 dicembre sarà anche presente il Lioness Club con 60 ritratti al MCZ.
 
Inclusa nel prezzo di ogni acquisto la soddisfazione di aver sostenuto le avventure di un museo privato, alcuni giovani e brillanti creativi faentini, e i progetti benefici di Lioness club.
 
happy xmas!

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from - Youtube
Vimeo
Consent to display content from - Vimeo
Google Maps
Consent to display content from - Google
iscriviti alla newsletter