iscriviti alla newsletter

FABLAB FAENZA: IL NUOVO PROGRAMMA DI CORSI

FABLAB Faenza: nuovo direttivo e nuovi corsi in programma per l’autunno inverno 2018 in collaborazione con Wasp e Tipografia Faentina.

Nato nel 2014 grazie allo sforzo congiunto di Museo Carlo Zauli, CNA – Ecipar e cinque diplomati Isia, FabLab Faenza ha sempre svolto un ruolo sul territorio di alfabetizzazione culturale riguardanti le tematiche della fabbricazione digitale. Ad oggi, dopo quattro anni di lavoro, l’associazione vuole rilanciarsi rinnovando la propria immagine, gli spazi e l’offerta formativa.

Una prima novità consiste nelle due nuove sedi per svolgere i workshop in maniera più efficace. Alla storica sede situata all’interno di MCZ box, lo spazio didattico e polivalente del Museo Carlo Zauli, si va ad aggiungere uno spazio presso la Tipografia Faentina a Faenza e uno nei nuovi laboratori Wasp a Massa Lombarda.

Ma il rinnovamento passa anche dal tipo di corsi, volti a potenziare l’offerta formativa concentrandosi  su tematiche di più ampio respiro rispetto alla sola fabbricazione digitale.

Al momento ne sono previsti sei che toccano temi diversi e attuali e vanno dal fumetto, alla creazione di una tavola da skate, senza dimenticare lo studio di programmi come Blender o la moderazione in 3D

Sono tutti tenuti da docenti invitati appositamente da FabLab Faenza: figure di alto profilo professionale scelte per fornire un’istruzione di qualità a tutti i partecipanti, che siano alle prime armi o professionisti interessati ad allargare il loro bagaglio culturale e professionale. Per il 2019 sono già in lavorazione altri corsi riguardanti l’oreficeria, la scultura digitale e il web design.

Per ampliare la base associativa ed avvicinare ancora più potenziali interessati è stata infine adottata una nuova politica di prezzi, abbassando i costi di utilizzo dei macchinari presenti nella sede principale del FabLab, presso il museo, e della tessera associativa.

Il direttivo ha già anche rinnovato il sito internet rendendo maggiormente agile la consultazione di tutte le informazioni su corsi, docenti, contatti utili per qualsiasi richiesta o curiosità.


PROGRAMMA CORSI

>>> SETTEMBRE

Quando l’ho visto era illuminato (corso di fumetto)

Corso di fumetto aperto a tutti i curiosi, che sappiano disegnare oppure no, e che vogliono avvicinarsi alla nona arte e provare a scrivere e disegnare una storia di due pagine composta da quattro vignette e didascalie. L’esperienza didattica per questo workshop vuole avere un approccio libero da tutti i vincoli che non siano il formato e il titolo proposto dal docente e che consenta al partecipante di potersi esprimere con i mezzi che lui ritiene più consoni per raccontare la propria storia. Non sono, quindi, richiesti materiali specifici ma ognuno potrà portare solo ciò che ritiene neccessario come ad esempio acquarelli, matite, macchina fotografica, tavoletta grafica, ecc.

Docente: Samuele Canestrari

Nato nel 1996 Samuele Canestrari è un disegnatore marchigiano. Ha studiato alla Scuola del Libro di Urbino. Collabora con la rivista Malamente. Ha pubblicato nel settimanale Internazionale Cartoline da Fano e Cartoline dal Monte Busca. Nel maggio 2017, ha partecipato al libro collettivo CavallinoRivista. Sempre nel 2017 ha ricevuto il “Premio speciale” ad Animavì-Festival internazionale del cinema poetico di Pergola. Gli uominicane non hanno la coda è il suo primo fumetto con Libri Somari, un progetto editoriale che ha fondato con Ahmed Ben Nessib. Attualmente vive e lavora a Modigliana.

Costo del workshop: 130 euro
Luogo: Tipografia Faentina via Giulio Castelllani 25 Faenza
N° partecipanti: minimo 5 massimo 10
Durata del corso: 16 ore
Date: 8/9 Settembre
Orario: dalle 9 alle 19

Blender base

Il workshop di modellazione 3D con Blender si rivolge a professionisti, studenti o semplici curiosi che vogliono apprendere le basi della modellazione 3D. Grazie alla potenza e alla flessibilità del software gratuito ed open-source Blender (https://www.blender.org/), esploreremo l’interfaccia, le funzioni base e tutti i principali strumenti utilizzabili per modellare qualsiasi tipo di superficie 3D tramite tecniche di modellazione poligonale.

Docente: Nazzareno Giannelli

Nazzareno Giannelli è laureato in Design del Prodotto all’ISIA di Faenza. Da 8 anni si è specializzato in modellazione 3D e sviluppo di progetti digitali atti al potenziamento di tutto il settore dell’arredo tramite database dei prodotti, configuratori interattivi ed esperienze di realtà virtuale

Costo: 200 euro
Luogo: Museo Carlo Zauli Via della croce 6 Faenza
N° partecipanti: minimo 5 massimo 12
Date: 11/13/18/20/25 Settembre
Orario: dalle 19 alle 22 (orario pensato per chi si sposta con i mezzi pubblici)

>>> OTTOBRE

La forma del suono (Rhino base)

Se dovessimo immaginare un suono che sia esso fastidioso o piacevole, acuto o morbido, continuo o intermittente che forma avrebbe?
Da questa domanda il corso vuole cominciare un percorso di progettazione, un’esperienza che parte dal foglio di carta e si conclude nella realizzazione di un prototipo funzionante di amplificatore passivo stampato in 3d la cui scocca non dovrà solo avere dei valori funzionali e adatti alla tecnologia con la quale verrà prodotto ma anche un valore estetico capace di suggerire che forma ha il suono per chi ha progettato l’oggetto.

Il corso si articolerà in tre parti: La prima sarà di raccogliere le idee e disegnare un’idea di massima della propria idea che verrà revisionata con il docente in modo da poterne semplificare la realizzazione finale. La seconda si concentrerà sull’apprendimento dei comandi base del software rhinoceros utili a creare un modello tridimensionale. La terza e ultima sarà la realizzazione di un prototipo funzionante di amplificatore passivo tramite stampante 3d.

Docente: Giorgio Gurioli
Costo: 200 euro
Luogo: Laboratorio Wasp via castelletto 104 Massa Lombarda
N° partecipanti: minimo 5 massimo 15
Date: 20/21 Ottobre
Orario: dalle 10 alle 19 e dalle 10 alle 12

>>> NOVEMBRE

Clay Tab

I modi espressivi e di progettazione sono variegati e molto diversi tra loro e nessuno ha una valenza superiore rispetto agli altri. Clay tab vuole essere un’aggiunta interessante e anche stimolante alle suddette modalità. Il corso verterà sulla conoscenza di questo nuovo strumento, una sorta di taccuino tridimensionale, dove si possono incidere, scavare o anche sviluppare in altezza le idee sfruttando la plasticità del materiale di cui è composto. Si terrà un’introduzione alla scultura volta a capire come lavorare il clay e come sfruttare appieno il Clay tab. Infine, per salvare la propria idea si procederà con la creazione di uno stampo in gomma siliconica, capace di copiare esattamente la forma scolpita, dal quale si potranno ricavare dei multipli.

Docente: Giorgio Gurioli
Costo: 130 euro
Luogo: Museo Carlo Zauli Via della croce 6 Faenza
N° partecipanti: minimo 5 massimo 10
Date: 3 novembre
Orario: dalle 10 alle 19

Giorgio Gurioli

1981 inizia la sua attività: design di elettronica e strumentazioni per Motorola, Rockwell, Digital, Teko
1985 fonda Meta srl societa di progettazione e produzione per il tempo libero
1991 fondatore di Syn Design srl oggetti “simbiotici” autoprodotti ( reggilibri TRA al MOMA di NY )
1995 fonda “Mix experience srl” autoproduzione psicadelica
2000 Spazio sensibile opera digitale in cui il punto di vita sostituisce il punto di vista
2001 ODUE Concept TM per oasis un’intera gamma di prodotti confluiti da spazio sensibile
2002 Museum Collection oggetti con funzione emotiva realizzati con le tecniche digitali e venduti on line
2002 Design extrasensoriale per Kundalini (Hara miglior oggetto di design del pianeta nel 2002 secondo la rivista GQ, Asana, Body, Alone)
2005 Robotica friendly project con Esatroll e Bluebotic
2009 Homology, the structure connecting le implicazioni dei nuovi linguaggi della genetica (DNA_RNA) ( Lampada e poltrona per Kundalini al salone del mobile)
2010 fonda NUCLEUS design customization
2013 selezionato all’INDEX DESIGN con la linea di verniciatura per Cefla Finishing
2014 selezionato al Compasso D’ORO con la linea di verniciatura per Cefla Finishing

E’ docente di progettazione all’ISIA di Faenza, tiene corsi sull’utilizzo di CAD per la modellazione tridimensionale e svolge un’intensa attività CEO con forum e blogs (www.mxp3d.com), è presente nel mondo del design con innumerevoli pubblicazioni e libri del settore, segnalazioni in diversi compassi d’Oro, GoodDesign awards , Adi Index. I suoi progetti sono presenti nei musei e negli shop più importanti del pianeta ( MOMA, Museo Mirò e Steadlick Museum).

Progetto – Open Board

Il workshop Open Board si rivolge a chiunque abbia voglia di sperimentare, disegnare, sviluppare, pensare, costruire, stampare una tavola da skate cruiser, o skateboard da strada. I cruiser sono gli skateboard costruiti appositamente per girare in città caratterizzati da ruote più grosse con mescola più morbida. Le loro caratteristiche principali sono comodità e velocità! Il divertimento è assicurato perché è un vero e proprio mezzo di trasporto utile per raggiungere la palestra, il bar o andare a scuola. Inoltre il cruiser è molto comodo da trasportare – a mano o in appositi zaini – proprio per le sue ridotte dimensioni. Insomma, al posto della bici, vai di skate! Il più famoso di questa tipologia è il Penny.

Il corso partirà analizzando il modello OpenBoard, ed in particolare gli aspetti di design, i materiali utilizzati, le caratteristiche meccaniche, la stampabilità, cioè la capacità di poter essere riprodotto con qualsiasi stampante 3D. Non sarà un monologo ma un ragionamento collettivo con i partecipanti al corso e che sarà fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo del workshop. In questa fase non solo si parteciperà attivamente all’analisi ma si cercheranno soluzioni alternative, migliori, che portino il gruppo a seguire una o più strade o formare correnti di pensiero simili o contrapposte. La fase successiva sarà quelli di abbozzare una forma su di un foglio di carta, fissare una idea (non sarà necessario essere dei Burne Hogarth), sarà importate fare un focus sulle problematiche da risolvere dal punto di vista progettuale, perché sarà fondamentale capire come procedere prima di iniziare il disegno vero e proprio al computer. Nella terza fase si inizierà a modellare partendo da un file che oltre ad avere dimensioni di massima (altezza, larghezza, spessore) avrà alcuni accorgimenti tecnici come i fiori per inserire i truck (attacchi) cercando così di evitare errori banali e concentrandoci sugli aspetti più importanti.
Qui si impareranno alcuni semplici comandi su Rhino per poter eseguire il lavoro in modo rapido e senza intoppi. L’ultima fase sarà quella della stampa che verrà eseguita al di fuori del corso da personale esperto e qualificato. Il montaggio invece sarà compito del partecipante al corso.
Una volta finita questa fase si procedere con foto dei lavori e prova delle tavole.

Docente: Costantino Montanari

Laureato nel 2014 e specializzato nel 2016 in design di prodotto all’ISIA di Faenza, precedentemente ha lavorato in tipografie come stampatore ed operatore addetto alla prestampa, successivamente in diversi studi come disegnatore grafico, fino a quando ha pensato di finire un percorso di studi interrotto prematuramente. Durante gli anni di ISIA è nata la passione per il web e la stampa 3d ed ha iniziato a sviluppare siti web come freelance, parallelamente lavorando al progetto WASP dagli inizi fino al 2014. Ora si occupo quasi esclusivamente di web con Franco Baccarini.

Le sue passioni sono il figlio Francesco, lo snowboard, lo skate (pur non praticandolo più) la grafica e l’illustrazione vettoriale il web design e la stampa 3D.

Costo: 200 euro
Luogo: Laboratorio Wasp via castelletto 104 massa lombarda
N° partecipanti: minimo 5 massimo 10
date: 24/25 novembre
orario: 10/19

>>> DICEMBRE

Zbrsuh Base

Il workshop di modellazione 3D con Zbrush si rivolge a professionisti, studenti o semplici curiosi che vogliono apprendere le basi della scultura 3D.  Esploreremo l’interfaccia, le funzioni base e tutti i principali strumenti utilizzabili per modellare qualsiasi tipo di superficie 3D tramite tecniche di modellazione scultoree.

Docente: Roberta Fontana

Diplomata in scultura, compie un percorso lavorativo manuale e, già durante gli anni di studio, entra come apprendista cerista nel laboratorio orafo del fratello, dove si specializza come cerista prototipatrice per la produzione di alta gioielleria, collaborando con importanti aziende del settore (Mikimoto, Andrew Tury, Ventura, Crivelli, Chimento e iFontana). Nel 2007, dopo diversi anni di lavoro artigianale, un po’ per curiosità, un po’ per necessità, comincia ad interessarsi ad un software che sembra replicare la modellazione manuale dei gioielli: Rhinoceros. Frequenta, così, i corsi di Rhinoceros fino a diventare Trainer. Con Rhino progetta gioielli e partecipa alla realizzazione di ricostruzioni tridimensionali di diversi siti archeologici destinati a pubblicazioni di carattere scientifico. Scocca, infine, l’amore per il programma Zbrush che rappresenta, per lei, il ritorno alla passione d’origine, ovvero la scultura e, dopo un lungo periodo di studio e apprendimento, inizia a modellare autonomamente. Si dedica soprattutto ai ritratti e ai figurini di carattere storico finalizzati alla stampa, lavorando per diverse aziende produttrici per collezionisti, tra i quali “Masterclass” e 9th Gate Miniatures.

Costo: 200 euro
Luogo: Museo Carlo Zauli, via della croce 6 Faenza
N° partecipanti: minimo 5 massimo 12
date: 1-2 dicembre
orario: dalle 10 alle 19

Per tutte le info vi invitiamo al sito di FabLab Faenza


MCZ BOX

12 ottobre 2016 h 21

opening MCZ box

in collaborazione con CNA / Ecipar e FabLab Faenza

In occasione della Settimana del Contemporaneo di Faenza, il Museo Carlo Zauli vi invita a scoprire MCZ box, uno spazio fra sperimentazione, didattica e creatività.

Il museo, arricchito in questi anni della presenza di un Fab Lab e di un’aula didattica, in un percorso intrapreso grazie a CNA e Ecipar Faenza,  e insieme  a FabLab Faenza,  inizia un nuovo capitolo della propria storia incentrata su incontri e sperimentazioni, con un nuovo allestimento arricchito dall’intervento del designer faentino Giovanni Del Vecchio

La serata sarà di fatto una speciale visita guidata fra le differenti anime di questo luogo: sperimentazione, produzione ceramica e didattica. Oltre a MCZ box il 12 ottobre saranno infatti presentati l’installazione ceramica di un’artista milanese, Barbara De Ponti, e il lavoro finale degli studenti del Corso per Curatori.

>>> inaugurazione Barbara De Ponti. Clay Time Code.

una doppia inaugurazione fra due musei molto diversi, ma contemporaneamente coerenti al progetto dell’artista milanese, realizzato anche all’interno dei laboratori di MCZ.

ore 19.00 Museo Civico di Scienze Naturali Malmerendi / via Medaglie d’oro, 51
ore 21.00 Museo Carlo Zauli / via della Croce, 6

per ulteriori apprendimenti vi invitiamo a questo link.

>>> progetto storico-contemporaneo dedicato a Carlo Zauli.

gli studenti dell’edizione 2016 del Corso per Curatori, progetto didattico promosso e tenuto da MCZ in collaborazione con le Accademie di Belle Arti di Bologna e Ravenna, si cimentano in un’analisi del lavoro di Carlo Zauli, comparandolo a quello di artisti contemporanei.


MCZ PADIGLIONE ESTATE

MCZ PADIGLIONE ESTATE

opening 7 giugno 2016

Tornano le aperture serali dell’estate MCZ.

Dopo l’esperimento del 2015, con 30 serate di apertura del museo, eventi e la presenza di un bar, Padiglione Estate si ripropone con le medesime finalità, rendere il museo un luogo fruibile a tutti e aperto a differenti pubblici, ma con una formula rinnovata, che dall’aperitivo passa al dopocena, con tre giorni di apertura fissi nei mesi di giugno e luglio e alcuni eventi speciali in agosto e settembre.
In giugno e luglio avremo ogni lunedì un evento nel museo, che ospitera’ inoltre una postazione temporanea di un bar della citta’. Ogni martedì e’ prevista l’apertura delle collezioni con ingresso gratuito e speciali visite guidate dagli studenti dell’indirizzo Classico del Liceo Torricelli Ballardini nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, mentre ogni mercoledì sara’ dedicato agli appassionati di fabbricazione digitale con l’apertura solo del fablab.

Agosto, il mese in cui il museo si concede una pausa, verranno proposti solo due appuntamenti speciali in occasione di Emilia Romagna Festival e del workshop Free D Porcelain.
E a settembre si concluderà il programma durante  le giornate di Argillà.

La serata di apertura del 7 giugno sarà anche l’occasione per brindare insieme al nostro 14° compleanno, e non solo!

PROGRAMMA (in aggiornamento)

GIUGNO:

martedì 7.6 
opening + compleanno MCZ

Compagni di Viaggio / parte I.  Opere di Floriano Bodini, Enzo Brunori, Albert Diato, Giuseppe Spagnulo, Panos Tsolakos, Nanni Valentini

OP-U progetti di cambiamento. Presentazione al pubblico.

Lanterne di Luce. Installazione site specific di Marco Crudeli – Altravista.

lunedi 13.6 > museo > Il Superquizzone Ceramico a cura di MCZ + Sghisa Bar
martedi 14.6 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 15.6 > fablab > La calda estate dei makers: apertura fablab al pubblico

lunedi 20.6 > museo > Tutte le contraddizioni della Street Art  a cura di Distretto A+ Sghisa Bar
martedi 21.6 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 22.6  > fablab > La calda estate dei makers > apertura fablab al pubblico

lunedi 27.6 > museo >  Intime Contraddizioni
martedi 28.6 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 29.6  > fablab > La calda estate dei makers > apertura fablab al pubblico

LUGLIO:

lunedì 4.7  > museo > MCZ territorio > Opening installazione Monika Grycko + La Granadilla Bar
martedi 5.7 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 6.7  > fablab > La calda estate dei makers > apertura fablab al pubblico

lunedi 11.7  > museo > apertura h 19,30 > inizio film h 21,30 > Cinemadivino > S is for Stanley (A. Infascelli) + Cantina Costa Archi + Food Truck
martedi 12.7 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 13.7  > fablab > La calda estate dei makers > apertura fablab al pubblico

lunedi 18.7  > museo > Opening Compagni di Viaggio – parte 2
martedi 19.7 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 20.7  > fablab > La calda estate dei makers > SPECIALE APEROMIX

lunedi 25.7  > museo > Chitarre a confronto: D’Antonio vs Gramentieri + Postrivoro
martedi 26.7 > museo > Liceomuseo > apertura gratuita e visite guidate a cura degli studenti del Torricelli
mercoledi 27.7  > fablab > La calda estate dei makers > apertura fablab al pubblico

AGOSTO:

venerdi’ 5.8 > museo > visita guidata su prenotazione dalle 19 alle 20> inizio concerto h 21,30 > Concerto Emilia Romagna Festival > Zora’ String Quartet > musiche di Pérez, Schumann, Beethoven

SETTEMBRE:

1-2-3-4.8 Argillà @ MCZ

Tutte le serate sono a ingresso gratuito e iniziano alle 21.00, tranne la serata con Cinemadivino dell’11.7.

PREZZI CINEMADIVINO: Intero 12 € / Ridotto 10-10,50 € / Solo Film 9 € / Solo Film Rid. 7,50 € /                        Rid. 12/18 Anni 6 € / Rid.Under12  5 €

Riduzioni: Tessera web Cinemaincentro, passaporto IoBevoRomagnolo, over 65, soci Slow Food, soci COOP alleanza 3.0

Il costo del biglietto di ingresso per ogni spettatore comprende la visione del film, la visita guidata al museo e l’assaggio di 3 calici di vino in degustazione.

 

Il programma resta invariato in caso di maltempo.


FREE D PORCELAIN / 2 EDIZIONE

22 – 26 agosto 2016

Free D Porcelain / 2 edizione

Workshop a cura di Cristina D’Alberto e Federica Patuelli

Il corso accompagna i partecipanti nelle varie fasi di realizzazione di un gioiello scultoreo, lavorando sull’integrazione di due materiali diversi, facendo incontrare due universi artigianali lontani, ma attualissimi entrambi. Porcellana paperclay e materiale plastico realizzato con la stampante 3D diventano i mezzi per creare un oggetto da indossare unico, affascinante pretesto per conoscere le tecniche. Si affronterà inoltre la stampa 3D per estrusione con materiali ceramici come la porcellana. Non sono necessarie esperienze pregresse nel campo della ceramica o della modellazione e stampa 3D.

Il corso si concluderà una mostra dei progetti creati durante il workshop, ospitata dallo spazio TUIU’ e inserita nel programma dell’evento internazionale dedicato alla ceramica Argillà 2016, che si terrà a Faenza il 2-3-4 settembre.

Cristina D’Alberto vive e lavora tra Faenza e Graz. Consegue i Diplomi di Maestro d’Arte e Arte della Maiolica all’istituto d’arte G. Ballardini di Faenza. Artista visiva, lavora con la porcellana paperclay dal 2009. Partecipa a diverse mostre collettive in Italia e all’estero. Nel 2011 vince il Primo Premio al concorso internazionale Generazione e Rigenerazione – tra Coscienza, Conoscenza, Razionalità e Fede e il Premio d’onore del Presidente della Repubblica al 57° Premio Faenza.

Federica Patuelli, laureata in Design Industriale e fondatrice del FabLab Faenza, si occupa di stampa 3D e divulgazione delle conoscenze tecnologiche. Vista la formazione in progettazione unita all’interesse per la fabbricazione digitale, da parecchi anni organizza workshop e seminari per la divulgazione tecnologica, affiancando la progettazione (design, grafica e web design) all’insegnamento.

FabLab Faenza è un’associazione culturale che ha come scopo la diffusione della cultura della fabbricazione digitale. Nasce all’interno del Museo Carlo Zauli dall’unione di persone che condividono l’interesse per le nuove tecnologie e la loro divulgazione.

DETTAGLI CORSO
durata ore: 35
oggetto realizzato e consegnato: gioiello in porcellana/plastica 3D
target: per tutti
docenti: Cristina D’Alberto / Federica Patuelli
sede: Museo Carlo Zauli – Via Croce 6 – Faenza (Ra)
orari di lezione: 9.00 – 12.30; 14.00 – 17.30

PIANO CORSO
giorno 1:
introduzione ai materiali: caratteristiche e limiti della porcellana e della stampa a 3D. Ispirazioni contemporanee, sviluppo dell’idea e progettazione del gioiello, lavorazione porcellana

giorno 2:
lavorazione porcellana
giorno 3:
Introduzione alla stampa 3D in materiale ceramico e modellazione 3D

giorno 4:
consegna manufatti cotti, realizzazione delle parti da stampare in 3D
giorno 5:
montaggio e finitura modelli, apertura al pubblico degli spazi del workshop inserito all’interno del calendario estivo MCZ

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
per partecipante € 390
early bird price con  prenotazioni entro fine giugno 370 €

la tariffa include:
– materiali e cotture per la realizzazione del pezzo
– pranzo di apertura corso
– possibilità di pranzare all’interno del giardino del museo (o in uno dei laboratori in caso di maltempo)
– MCZ studio bag (minikit, dispensa su corso, attestato partecipazione, catalogo edito da MCZ)
– tariffe speciali per pernottamenti e pasti nei locali convenzionati

Per informazioni e dettagli:

federica patuelli 333 8387329  federica@fablabfaenza.org

cristina d’alberto 349 8724213 cristinadalberto78@gmail.com


MCZ PADIGLIONE ESTATE

l’aperitivo fra arte, musica e spettacoli al museo carlo zauli

dal 17 giugno al 31 luglio e dal 26 agosto all’11 settembre
tutti i mercoledi, giovedì e venerdì dalle 18,30 alle 21.00

MCZ Padiglione Estate e’ la nuova sfida del Museo Carlo Zauli. Puo’ un museo diventare un luogo d’incontro abituale senza rinunciare né al proprio ruolo di diffusore culturale né alla spontaneità di un rilassante drink di fine giornata?
Dal 17 giugno fino all’11 settembre il museo aprirà, in orario aperitivo, ogni mercoledi’, giovedi’  e venerdi’. Il Padiglione Estate sara’ la cornice in cui godere dell’atmosfera di un giardino del centro storico e dei drink di Sghisa, e contemporaneamente la sala conferenze o il fablab saranno teatro di un evento culturale.
Dalla stampa 3D alla poesia, dal concerto all’intervista, dalla performance teatrale al laboratorio didattico, ogni sera il museo o il fab lab vi aspetteranno per sorprendervi con un appuntamento unico.

Da sempre il Museo Carlo Zauli è un’istituzione impegnata nella diffusione dell’arte contemporanea, ponendosi in questo senso come attore sociale nel proprio territorio di appartenenza. Già attraverso i progetti “I lunedi del Contemporaneo” e poi nei cicli di incontri “Avventure nello spazio dell’arte” abbiamo creduto in un modo facilmente fruibile di coinvolgere un pubblico di non soli addetti ai lavori. Questa tensione verso la conquista di un più vasto pubblico appassionato all’arte, oggi è ritenuta molto importante nella nostra società: si tratta di quello che viene definito audience development, ovvero un processo, un percorso complesso che ha come finalità allargare e diversificare i pubblici, producendo un miglioramento delle condizioni complessive di fruizione.  In questo senso il progetto MCZ Padiglione Estate 2015 presenta un’ampia programmazione, dialogando in rete con altre realtà cittadine e nazionali: dalle sperimentazioni performative e teatrali a cura della compagnia Menoventi ai concerti della rassegna musicale In Tempo, in collaborazione con il prestigioso Emilia Romagna Festival, fino ai workshop a cura dell’Associazione FabLab Faenza e di Artbreakers. Si approfondirà inoltre lo studio e la sperimentazione sulla ceramica contemporanea attraverso laboratori all’interno degli spazi-atelier di Carlo Zauli e si svolgeranno incontri in cui Matteo Zauli intervisterà curatori e artisti del territorio, nella chiara volontà di legarne l’identità alle atmosfere e ai contenuti dell’arte contemporanea.

CALENDARIO

17.6 Cultura e territorio: l’arte che conquista le folle > talk > un incontro fra organizzatori di eventi culturali con grande afflusso di pubblico

L’audience development alla romagnola raccontato dai responsabili di quattro progetti che hanno saputo unire con grande successo arte e territorio: Musica nelle Aie, Cena Itinerante nel Distretto A, Cinema Divino, Arena delle Balle di Paglia.

18.6 la calda estate dei MAKERS > installazione > il giardino delle stampanti 3D

Il giardino del museo allestito per una sera dai makers di FabLab Faenza con fiori e piante create in fabbricazione digitale.

19.6 Il debito che ho con Carlo Zauli e con Faenza > talk  e lettura poetica > Stefano Busolin con Fabio Cimatti al sassofono

Il ritorno a Faenza di un poeta fiorentino che frequentava  lo studio e la casa dell’artista molto da vicino tra la fine degli anni settanta e i primi ottanta, respirandone le atmosfere culturali e familiari che per la prima volta racconterà ad un pubblico. Seconda parte dell’incontro dedicato ad alcune letture dalla sua ultima pubblicazione “La città di pietra” nella quale la voce dell’autore dialogherà con il suggestivo sassofono di Fabio Cimatti.

24.6 MCZ residenza d’artista 2015 > talk > Jonathan Monk meets Faenza

Jonathan Monk (UK 1969) e’ l’artista in Residenza 2015 al MCZ. Fra le mostre personali: Centro De Arte Contemporáneo (CAC) Málaga (2013),  Palais de Tokyo and Musee d’Art Moderne, Paris (2008), Institute of Contemporary Art, London (2005). Ha partecipato a collettive, tra cui  Whitney Biennial (2006), la 50ma e 53ma  Biennale di Venezia (2003, 2009), Berlin Biennale (2001). Vive e lavora a Berlino.

25.6 la calda estate dei MAKERS > workshop > Fatti la T-Shirt

Non è una serigrafia, non è una decalcomania: è la magia del Lumi, grazie alla quale personalizzare la propria t-shirt o shopper bag. Costo per partecipante: 15 euro (include il materiale fornito). Massimo 10 partecipanti.

26.6 MCZ tour > visita guidata > speciale Premio Faenza

Una visita guidata omaggio al premio istituito nel 1932, come importante momento nella valorizzazione e rinnovamento del materiale della tradizione faentina, vinto da grandi artisti della ceramica e non solo, tra cui Carlo Zauli (1953 e 1958).

1.7 MCZ tour > visita guidata con sorpresa

Una visita con una guida o un tema speciale.

2.7 la calda estate dei MAKERS > proiezione > Maker: the documentary

Proiezioni di documentari sul tema dei makers e della fabbricazione digitale, seguite dal dibattito con il pubblico.

3.7 MCZ tour > visita guidata con sorpresa

Una visita con una guida o un tema speciale.

8.7 Artbreakers @MCZ > workshop > laboratorio didattico sull’arte contemporanea parte 1 > a cura di OI Soundwordbody

ARTbreakers e’ un progetto di audience development che, avvicinandosi ai processi creativi di ogni sorta di linguaggio contemporaneo, dal cinema ai videogiochi, ritiene chiunque in grado di capirli, pensarli e realizzarli. ARTbreakers ha realizzato all’interno del museo MAMbo di Bologna la puntata pilota di un format televisivo, e lancera’ il canale Vimeo MCZ/Artbreakers dedicato ai giovani. Costo a partecipante: 10 euro (15 per i due incontri). Orario: 18,30 / 20.00.

9.7 Gli incontri MCZ > talk > Rosario Salvato, vicepresidente della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri

La Fondazione, costituita nel 1978 per volontà del Maestro Alberto Burri a Citta’ di Castello, luogo che da poco ha celebrato Zauli con una grande personale, organizza conferenze di arte antica, moderna e contemporanea, convegni di aggiornamento sull’arte in collaborazione con autorevoli istituzioni parallele, nazionali ed internazionali. Nel 2015, anno del centenario della nascita di Burri, e’ impegnata in molteplici eventi, tra cui la ricostruzione del Teatro Continuo a Milano, e la mostra personale al Guggenheim di New York.

10.7 Artbreakers @MCZ >  workshop > laboratorio didattico sull’arte contemporanea parte 2 > a cura di OI Soundwordbody

… prosegue il progetto didattico iniziato l’8.7

15.7 Gli incontri MCZ > talk > Romagna creativa > Gian Ruggero Manzoni

Gian Ruggero Manzoni è nato nel 1957 a San Lorenzo di Lugo (RA), dove tuttora risiede. Poeta, narratore, pittore, teorico d’arte, drammaturgo, suoi maestri sono stati Gianni Celati e Umberto Eco. Ama abitare in provincia e, come di solito dice, dell’uomo di provincia possiede tutti i difetti, ma anche tutti i pregi. E’ stato tra i finalisti del Premio Viareggio 2015.

16.7 la calda estate dei MAKERS > lezione > Dropbox: lo scambio dei file fatto facile

I makers di Fab Lab Faenza vi insegnano ad utilizzare uno dei loro strumenti per la condivisione preferiti.

17.7 Gli incontri MCZ > talk > Marco Ghezzi, un milanese in Romagna

Marco Ghezzi e’ il fondatore di BookRepublic, #viniacasamia e BorgoIndie. Al museo racconta la storia di un milanese che ha deciso di vivere in Romagna in equilibrio fra editoria, tecnologia, enogastronomia ed eventi.

22.7 Fototeca Manfrediana @ MCZ > installazione site specific

Archivio storico fotografico che vanta circa 5000 immagini su Faenza, raccolte a partire degli anni ‘50, Fototeca Manfrediana e’ gestita da un gruppo di giovani volontari appassionati con l’intento di promuovere la fotografia come risorsa e come linguaggio attraverso eventi di vario genere. Entra finalmente al museo con un progetto site specific: MCZ e’ infatti contemporaneamente soggetto e contenitore della mostra.

23.7 In Tempo @ MCZ > h 19 > talk > Matteo Ramon Arevalos incontra  Martin Queralto’ > h 21  > concerto > Percorsi  Guitar & Flute Music

Il primo appuntamento al museo con la rassegna musicale itinerante faentina e’ con il concerto di Donato D’Antonio (chitarra) e Vanni Montanari (flauto), che sara’ preceduto dall’incontro con il compositore e  direttore artistico della programmazione del Cycle Musica Contemporanea al Teatro Nacional Cervantes di Buenos Aires, Martin Queralto’.

24.7 Il Cittadino Modello > performance >  Menoventi per MCZ

Breve performance frutto del laboratorio volto alla selezione degli attori e danzatori che faranno parte del progetto Credi ai tuoi occhi.
Il Cittadino Modello si è fatto merce. E’ consumatore e bene di consumo, è il bene di lusso che tutti vorremmo portare a casa, preferibilmente nel letto. L’artificio della seduzione rende irresistibile il corpo pubblico di questa cosa vivente ed erotizza la sua vacuità fino al punto da costringerci a desiderare la fusione completa con ciò che esso rappresenta: la norma sociale, la regola, la moda.

29.7 MCZ tour > visita guidata con sorpresa

Una visita con una guida o un tema speciale.

30.7 la calda estate dei MAKERS > workshop > Lanterne di carta in una notte di mezza estate

I makers ci stupiscono con plotter e taglio laser, con cui creare piccole lanterne e sculture pieghevoli. Ognuno potrà scegliere e montare la propria per colorare la serata. Costo per partecipante: 5 euro.

31.7 MCZ tour > visita guidata con sorpresa

Una visita con una guida o un tema speciale.

26.8 MCZ studio > talk > fare ceramica con  Rolando Giovannini

I laboratori di Zauli sono anche oggi attivi luoghi di produzione artistica. In occasione di MCZ studio, workshop di ceramica del museo, il docente del corso, Rolando Giovannini protagonista in un botta e risposta su ceramica e fotografia.

27.8 la calda estate dei MAKERS >  conferenza > Un bicchiere a pois

Scopriamo insieme ai makers se è possibile far decorare un bicchiere da una stampante 3D!

28.8 h 21 In Tempo @ MCZ > concerto > Primo Premio! Telegraph Quartet 

Secondo concerto della rassegna In Tempo, in collaborazione con Emilia Romagna Festival, da anni partner culturale del nostro museo,  con un magnifico quartetto: Eric Chin (violino), Joseph Maile  (violino),  Pei-Ling Lin (viola), Jeremiah Shaw (violoncello).

2.9 Arte & Psicanalisi > conferenza > con Federica Marabini e Matteo Zauli > 1’ parte

Dopo il primo talk del dicembre 2014, tornano due conversazioni fra Matteo Zauli e la psicoterapeuta Federica Marabini . Così come lo scultore giunge all’opera estraendola dalla materia, nel lavoro di analisi ci si trova autori dell’esistenza elaborando quel che si crede essere stata la propria storia.

3.9 la calda estate dei MAKERS >  concerto > Musica a tre dimensioni 

Un inedito esperimento fra makers e musicisti con dialoghi per stampante 3D e chitarra. Musiche di Paolo Geminiani, chitarra Donato D’Antonio (prima esecuzione).

4.9 Distretto A @ MCZ > incontro 

Il museo, uno dei punti centrali del Distretto ad Alta Densità Artistica, ospita un incontro fra abitanti, operatori e amici per scambi di idee e prospettive future.

9.9 Gli incontri MCZ > talk > CSAC Parma > Francesca Zanella

Il Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) è un centro di ricerca dell’Università di Parma fondato dal professor Arturo Carlo Quintavalle nel 1968. Fin dai suoi primi anni l’attività è volta alla costituzione di una raccolta di arte, fotografie, disegni di architettura, design, moda e grafica, e all’organizzazione di numerose esposizioni e alla pubblicazione dei cataloghi. È strutturato in cinque sezioni – Arte, Fotografia, Media, Progetto, Spettacolo – nelle quali sono conservati circa 12 milioni di pezzi, tra cui una delle piu’ importanti zolle di Carlo Zauli.

10.9 Arte & Psicanalisi > conferenza > con Federica Marabini e Matteo Zauli > 2’ parte

… seconda parte del talk aperto il 2.9.

11.9 MCZ studio > talk > fare ceramica con Cristina D’Alberto

Il secondo appuntamento di MCZ studio, dedicato a gioielli realizzati con porcellana paperclay e materiale plastico stampato in 3D si conclude con una presentazione/sfilata dei lavori, sotto la guida di Cristina D’Alberto, conduttrice del workshop insieme ai makers di Fab Lab Faenza.

 

MCZ padiglione estate

in collaborazione con Osteria della Sghisa

apertura museo ore 18.30 inizio eventi ore 19.00
ingresso gratuito (i workshop sono a pagamento)
gli appuntamenti si terranno anche in caso di maltempo

per info 339 1544010


FAB LAB NEWS

Il Fab Lab del museo non si ferma mai.

La seconda edizione del corso Ecipar CNA per “Artigiani Digitali” è in pieno svolgimento, ma è l’associazione Fab Lab Faenza che pensa a mantenere vivace il laboratorio per tutto il resto della settimana!

Iscrivetevi alla newsletter se non volete perdervi nemmeno un workshop o una novità sulle macchine arrivate o sui progetti in corso.

Oppure consultate il calendario in continuo aggiornamento!

 


MCZ PER ARGILLÀ / JONATHAN KEEP

JONATHAN KEEP
Argillish e 3D:
workshop sulla stampa in ceramica in 3D

4 settembre 2014
h 9.30-13.00 / 14.30-18.00

Faenza, MCZ (ArgiMap 6)

In occasione dell’edizione 2014 di Argillà, giovedì 4 settembre, siamo lieti di ospitare un workshop di stampa 3D con materiali ceramici tenuto da Jonathan Keep, ospite del FabLab temporaneo del Museo Carlo Zauli, e in collaborazione con Fablab Faenza.
Jonathan Keep sarà anche protagonista di una conferenza al MIC il 7 settembre.

Il workshop si rivolge a maker, artigiani, curiosi e appassionati di ceramica & stampa 3D.
Non richiede nessuna competenza specifica, solo curiosità e voglia di imparare!

Il workshop partirà dalle motivazioni che hanno spinto l’artista a lavorare con tecniche digitali, soffermandosi sulle motivazioni sull’uso di software e hardware open source. Si passerà quindi ad un momento pratico in cui verrano mostrati i software utilizzati (Blender, 123D Scan, Processing) e le modalità di slicing di un solido 3D attraverso Repetier Host.
La seconda parte del workshop sarà più prettamente sulla stampante 3D: Si assemblerà la stampante 3D per ceramica “Self Build”, la costruzione dell’estrusore, la preparazione dell’argilla da stampa, con alcuni accenni alla possibilità di stampare silicone e cioccolato. Al termine si procederà con alcune stampe 3d in ceramica.

Trovate tutti i dettagli e il programma del workshop sul sito di Fab Lab Faenza a questo link.

Il workshop è gratuito.
L’iscrizione avviene tramite la piattaforma Eventbrite.
Le adesioni sono limitate ad un massimo di 15 iscritti.

per informazioni:
fablabfaenza@gmail.com

MCZ in occasione di Argillà ospita anche il workshop di David Roberts.

Orari di apertura speciali:
da giovedi 4 a domenica 7 settembre h 10-13 / 15-19
ingresso gratuito


WORKSHOP AL FAB LAB!

E’ partita in giugno la serie di workshop sui temi della stampa in 3D presso il Fab Lab temporaneo del Museo Carlo Zauli, organizzati e tenuti dall’associazione FabLab Faenza.

Vi mandiamo al sito dell’associazione FabLab Faenza per informarvi su date e contenuti di tutti i workshop in programma per questa estate!

E-Mail:
fablabfaenza@gmail.com


MCZ FAB LAB

Fab Lab temporaneo @ Museo Carlo Zauli

da marzo a ottobre 2014
aperto al pubblico ogni giovedì sera dalle 21

E’ operativo nella “sala degli altorilievi” del Museo Carlo Zauli già da inizio marzo il Fab Lab, realtà temporanea che ospita esclusivamente gli studenti del corso per Artigiani Digitali promosso da CNA ed Ecipar, e la neonata associazione Fab Lab Faenza.

Luogo dedicato alla ricerca e alla condivisione di idee e progettazioni tramite l’innovazione tecnologica e la fabbricazione digitale, l’esperienza si concretizza nella condivisione degli spazi del Museo Carlo Zauli e delle attrezzature messe a disposizione da Ecipar e dall’associazione Fab Lab Faenza.

Presentato alla città il 17 maggio in occasione della Notte dei Musei, costituisce un luogo ideale per le  “prove tecniche” e l’analisi di fattibilità sul territorio. La presenza di una realtà di questo genere all’interno di un museo è un’operazione già collaudata all’estero ma ancora poco sperimentata in Italia (tranne rari casi come quello ospitato dal MUSE di Trento) e conferma l’attitudine didattica e formativa del MCZ, sempre aperto in nuove direzioni e sperimentazioni culturali.

Il Fab Lab all’interno del museo è frutto di una collaborazione con CNA ed Ecipar Faenza. Il corso “Artigiani Digitali: tecniche evolutive per la realizzazione di prodotti “made in Italy”, finanziato con il contributo della Regione Emilia-Romagna, vede una costante collaborazione tra scuole, imprese e istituzioni del territorio, che operano insieme per rispondere al fabbisogno di professionalità espresso dal tessuto imprenditoriale ed economico. Nel progetto insieme a Ecipar, CNA e Museo Carlo Zauli collaborano, infatti, l’Itip Bucci, l’ISIA, il MIC, il CSP di Massa Lombarda oltre al FabLab di Reggio Emilia, al MakeinBo di Bologna, al Progetto Wasp e alle numerose aziende che hanno aderito al progetto ospitando gli stage formativi.

Raccontano i ragazzi di Faenza Fab Lab:

Ci teniamo a sottolineare alcune cose: sappiamo bene che un fab lab non lo fanno i macchinari (che comunque sono più di una stampante 3D e di una fresa) ma le persone, le competenze di chi logestisce e la comunità che ne usufruisce. I fab lab sono filosoficamente tutti uguali, ma ognuno ha la personalità ed i progetti di chi lo rende vivo.

Un altro punto, non meno importante, è l’aspetto economico: sappiamo che un fab lab apparentemente non produce reddito, ma sarebbe come paragonare una biblioteca che presta libri ad una libreria che li vende. Lo scopo della biblioteca è di dare libero accesso alla cultura, lo scopo dei fab lab è di diffondere la cultura tecnologica sul territorio cittadino, mostrare e fornire possibilità alternative ai mezzi di produzione di massa, dare una maggiore consapevolezza delle possibilità che il futuro ci offre, anche in questo periodo di crisi. Un fab lab investe ora per un ritorno sul lungo, lunghissimo periodo, non solo per il fab lab e i suoi gestori ma per la città intera.

Vi ricordiamo che ogni giovedì sera dalle 21.00 all’interno della sala degli altorilievi del Museo Carlo Zauli il Fab Lab  è aperto al pubblico.

Vi  invitiamo inoltre a seguire il calendario dei workshop.

per info e contatti:
email fablabfaenza@gmail.com
sito web fablabfaenza.org
vi invitiamo a unirvi:
pagina facebook: Fab Lab Faenza
gruppo facebook: Fab Lab temporaneo @ MCZ


LA NOTTE DEL FABLAB: MCZ PARTECIPA ALLA NOTTE DEI MUSEI

17 maggio 2014
NOTTE DEI MUSEI

21.00 – 00.00
La notte del FabLab
dagli Artisti Artigiani agli Artigiani Digitali

Il Museo Carlo Zauli aderisce alla decima edizione della Notte dei Musei, appuntamento che prevede l’apertura straordinaria dei musei di tutta Europa e invita i visitatori alla scoperta degli spazi museali nell’inedita veste notturna.

Per questa speciale occasione il museo apre al pubblico il Fablab temporaneo nato all’interno della collaborazione con Ecipar e CNA. Operativo nella “sala degli altorilievi” del MCZ già a inizio marzo, il Fablab ospita esclusivamente gli studenti del corso per Artigiani Digitali promosso da CNA ed Ecipar, e la neonata associazione Fablab Faenza.
Il corso “Artigiani Digitali: tecniche evolutive per la realizzazione di prodotti “made in Italy”, finanziato con il contributo della Regione Emilia-Romagna, vede una costante collaborazione tra scuole, imprese e istituzioni del territorio, che operano insieme per rispondere al fabbisogno di professionalità espresso dal tessuto imprenditoriale ed economico. Nel progetto insieme a Ecipar, CNA e Museo Carlo Zauli collaborano, infatti, l’Itip Bucci, l’ISIA, il MIC, il CSP di Massa Lombarda oltre al FabLab di Reggio Emilia, al MakeinBo di Bologna, al Progetto Wasp e alle numerose aziende che hanno aderito al progetto ospitando gli stage formativi.

Luogo dedicato alla ricerca e alla condivisione di idee e progettazioni tramite l’innovazione tecnologica e la fabbricazione digitale, l’esperienza del FabLab si concretizza nella condivisione degli spazi del Museo Carlo Zauli e delle attrezzature messe a disposizione da Ecipar e dall’associazione FabLab.

In occasione della serata del 17 maggio, il FabLab temporaneo sarà aperto ai visitatori della Notte dei Musei per presentare, alle 21.30, l’associazione e le sue prossime attività.

Queste “prove tecniche” di fab lab all’interno di un museo sono un’operazione già collaudata all’estero ma ancora poco sperimentata in Italia (tranne rari casi come quello ospitato dal MUSE di Trento) e confermano l’attitudine didattica e formativa del MCZ, sempre aperto in nuove direzioni e sperimentazioni culturali.

Nel corso della serata, alle ore 22,00 si svolgerà anche un’inedita visita guidata insieme al direttore Matteo Zauli di alcuni scorci del museo in un percorso al buio.

Ingresso gratuito.
Portate con voi le torce!

L’agenda dei musei partecipanti è in continuo aggiornamento. Vi consigliamo di seguirne gli sviluppi sul sito italiano o su quello europeo.

A Faenza non saremo i soli ad avere le porte aperte!

 


Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from - Youtube
Vimeo
Consent to display content from - Vimeo
Google Maps
Consent to display content from - Google
iscriviti alla newsletter