Contro ogni guerra: i monumenti faentini ambasciatori di pace

Il Museo Carlo Zauli celebra l’anniversario della Liberazione d’Italia partecipando ad una visita guidata speciale ed evento musicale

domenica 24 aprile 2022 

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Carlo Zauli – che negli anni ’50 sarebbe diventato il ceramista di fama internazionale che tutti conosciamo – fu internato per più di un anno in un campo di concentramento nazista insieme al padre. La sofferenza patita in quei mesi, le privazioni e l’annullamento della dignità umana vissuti in prima persona saranno ricordi ai quali l’artista darà voce, una volta terminato in conflitto, nella sua ricerca artistica.

Preservare la memoria personale ed artistica di Carlo Zauli e di quei ceramisti che, come lui, si opposero al regime nazifascista e lottarono per la pace e la democrazia del nostro Paese è la finalità che si prefigge l’evento organizzato dal MCZ per domenica 24 aprile 2022.

“Contro ogni guerra: i monumenti faentini ambasciatori di pace” inizierà con una visita guidata alle principali sculture ceramiche che celebrano i temi della pace e della fratellanza, tutte collocate in corso Baccarini a Faenza. Continuerà, poi, all’interno del MCZ (in via della Croce 6) e qui si concluderà con un’esibizione musicale dedicata ai brani della Resistenza partigiana.
La visita guidata – a piedi – sarà condotta da Maria Federica Baroncini, guida turistica professionista e autrice del romanzo storico “Sale di pietra” (Pendragon ed), da anni impegnata nella ricerca e nella divulgazione storica.
Intrattenimento musicale con Laura Babini DUO – “Canti della tradizione partigiana”.

Informazioni e prenotazioni:
 
Domenica 24 aprile 2022. Punto di ritrovo alle ore 10,15 davanti al Monumento ai Caduti di Matteucci (incrocio tra Viale Baccarini e Viale Tolosano, Faenza).
Visita guidata dalle 10,30 alle 12,30.
Costo: € 10,00 da versarsi in contanti il giorno della visita.
Prenotazione obbligatoria entro il 23 aprile 2022 scrivendo a museocarlozauli@gmail.com